Magazine - STARLIFE Team Italia

da Leonardo Iannone
STARLIFE TEAM ITALIA
Sito web gestito
Indipendent team member IT489
Privacy Policy
Vai ai contenuti

Echinacea: d’inverno mai senza

STARLIFE Team Italia
Pubblicato da in Salute e Benessere ·
Grazie alle sue proprietà immunostimolanti, l’echinacea è una delle piante medicinali più importanti. L’interesse scientifico verso questa erbacea deriva soprattutto dalla capacità di aumentare la resistenza alle infezioni rinforzando il sistema immunitario.
Gli studi hanno messo in evidenza la sua utilità negli stati influenzali e nella prevenzione delle malattie da raffreddamento, ecco perché è un prodotto naturale particolarmente utile durante le stagioni fredde.

L’echinacea non è una sola
Originaria dell’America del Nord, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae. Ne fanno parte 9 diverse specie interessanti sia dal punto di vista ornamentale che in farmacopea. Solo 3 di esse vengono utilizzate a scopi commerciali: Echinacea purpurea, Echinacea pallida ed Echinacea angustifolia. In fitoterapia la pianta si utilizza per intero: il rizoma con le radici, stelo, foglie e fiori.

Tutti i benefici dell’echinacea
In sintesi possiamo dire che ci protegge da virus e batteri grazie al suo effetto immunostimolante. Non soltanto, questa pianta dai bellissimi fiori colorati ha un potere antinfiammatorio, simile a quello del cortisone. L’attività antibatterica, antivirale e antinfiammatoria ha dato buoni risultati anche nella cura delle infezioni dell’apparato urinario (cistite). Ma la sua azione antivirale è consigliata soprattutto per prevenire e curare gli stati influenzali e, più in generale, le malattie del sistema respiratorio: raffreddore, tosse, mal di gola, tonsillite.

L’ EMEA, (Agenzia europea per i medicinali) ha approvato uso dell’estratto di fiori dell’echinacea purpurea per la prevenzione a breve termine e il trattamento del raffreddore. Ecco le specifiche raccomandazioni in proposito.

L’estratto non dovrebbe essere assunto per più di 10 giorni. La somministrazione a bambini di età inferiore ad 1 anno è controindicata, a causa di possibili effetti indesiderati su di un sistema immunitario immaturo. L’uso per bambini tra gli 1 e i 12 anni di età è sconsigliato, in quanto l’efficacia non è stata sufficientemente documentata. Inoltre, in assenza di dati sufficienti, è sconsigliato l’uso durante la gravidanza e l’allattamento.

Perché l’echinacea funziona
I ricercatori hanno riconoschiuto a questa pianta la capacità di attivare l’azione fagocitaria dei linfociti, cioè le cellule del nostro sistema immunitario. In pratica quindi stimola il sistema di difesa naturale dell’organismo sia negli adulti che nei bambini. Questa attività immunostimolante, stando ai risultati delle ricerche scientifiche, sarebbe dovuta alla concentrazione di polisaccaridi. Nello specifico l’echinacea stimola l’aumento di un particolare tipo di leucociti: i neutrofili. Queste cellule hanno il compito di eliminare gli agenti estranei dannosi come batteri e virus.

Echinacea: un mix di potenti antiossidanti
I preziosi polisaccaridi sono soltanto uno dei tanti elementi che fanno dell’echinacea un vero alleato per la nostra salute. Contiene infatti anche flavonoidi (luteolina, kaempferolo, quercetina, apigenina), glicoproteine, polifenoli, alchilamidi, polieni, derivati dell’acido caffeico. L’attività complessa dell’echinacea sul sistema immunitario è dovuta proprio all’azione sinergica delle varie molecole contenute. Non si conosce infatti, con certezza, quali siano i principi attivi che singolarmente assicurano la sua efficacia, quindi l’azione farmacologica viene esplicitata e amplificata dal mix di componenti attivi.

Poche, ma assolute controindicazioni
  • Qualche anno fa, l’agenzia britannica del farmaco (Medicines and Healthcare products Regulatory Agency) ha sconsigliato la somministrazione di echinacea ai bambini al di sotto dei 12 anni, per evitare il rischio di allergie gravi. Un livello di rischio potenzialmente basso ma comunque superiore ai possibili benefici.

  • Ovviamente a qualunque età, in caso di reazioni allergiche di qualunque tipo, il trattamento deve essere sospeso ed evitato in futuro.

  • L’echinacea non va assolutamente somministrata in caso di malattie autoimmuni come la sclerosi multipla, la leucemia, l’HIV, il lupus e altre. La sua attività immunostimolante risulterebbe controproducente dal momento che queste patologie sono causate proprio da un’iperattività del sistema immunitario.

  • lnfine bisogna considerare che l’echinacea può limitare l’azione di alcuni farmaci, ciò è dovuto a una molecola che inibisce l’enzima ialuronidasi. Per quesa ragione, quando si segue una terapia, è sempre opportuno chiedere consiglio al medico curante.



Nessun commento


STARLIFE TEAM ITALIA
Lavora con noi

Se vuoi entrare nel nostro team
vai alla sezione Team
Sito web gestito da Partner indipendente STARLIFE IT489  |  starlifeteamitalia.com © Copyright 2018 - Tutti i diritti sono riservati.
Tutte le immagini ed i marchi che si riferiscono a STARLIFE sono di proprietà della stessa azienda
Torna ai contenuti