Magazine - STARLIFE Team Italia

da Leonardo Iannone
STARLIFE TEAM ITALIA
Sito web gestito
Indipendent team member IT489
Privacy Policy
Vai ai contenuti

Bacche di goji: proprietà, benefici, come si mangiano

STARLIFE Team Italia
Pubblicato da in Salute e Benessere ·
Descrizione della pianta
Negli ultimi anni un frutto orientale, le bacche delle specie Lycium barbarum e Lycium chinese, ha attirato l'interesse dei mercati occidentali, specialmente quello specializzato nell'alimentazione del benessere: è noto come goji, o in inglese wolfberry. Si tratta di una solanacea coltivata per lo più in Cina, dove è usata nella medicina tradizionale cinese. La pianta può raggiungere anche i tre metri e produce bacche rosso acceso, lievemente ellissoidi e soffici, dal sapore lieve e dolce, che può ricordare quello dei lamponi quando si concentra durante l'essiccazione.

Goji, alleato di
Apparato muscolare, metabolismo, energia, occhi.

Calorie, valori nutrizionali e proprietà delle bacche di goji
100 grammi di bacche di goji contengono circa 321 calorie, e
  • Proteine 14,07 g
  • Carboidrati 69,21 g
  • Zuccheri 54,62 g
  • Grassi 1,79 g
  • Colesterolo 0 mg
  • Fibra 4,8 g
  • Sodio 192 mg
  • Potassio 50 mg

È annoverato tra i cosiddetti superfrutti per via delle tanto decantate proprietà nutrizionali e medicamentose. È un alimento ricchissimo di molti micronutrienti e principi attivi tra i quali si annoverano:
  • omega 3 e omega 6;
  • almeno 18 amminoacidi;
  • l'acido linoleico, quello alfa-linoleico, vari fitosteroli tra i quali il beta-sitosterolo;
  • numerosi carotenoidi tra cui: beta-carotene, zeaxantina (il goji è ritenuto la maggiore e migliore fonte di zeaxantina conosciuta), licopene, luteina, e xantofille quali la criptoxantina;
  • notevoli quantità di oligoelementi tra i quali il selenio, il germanio, il calcio, il cromo, il potassio, il ferro; importantissimi per ridate tono ed energia ai muscoli;
  • ottime quantità di vitamina C, E e B2.

Cento grammi di goji apportano la dose giornaliera raccomandata di riboflavina, ed il frutto è ritenuto tra i migliori antiossidanti conosciuti.

Controindicazioni
Il goji rientra negli alimenti considerati non tossici, tuttavia, come tutte le solanacee, i frutti contengono alcune sostanze che possono risultare tossiche se assunte in grande quantità, in caso di allergie, intolleranze o ipersensibilità. Parliamo in particolare della solanina e dell'atropina, sostanza quest'ultima rinvenibile in tracce nei frutti di goji. Generalmente si consiglia ai bambini di non consumarne più di tre cucchiai al giorno
Curiosità sulle bacche di goji
Il nome goji è un approssimativa latinizzazione del termine cinese “gǒuqǐ”, col quale si indica il frutto e che probabilmente deriva dal persiano “gojeh”, termine che sta per “bacca”. Il termine anglosassone wolfberry (bacca del lupo) invece deriva dal fatto che in lingua mandarina la radice semantica “gou” sta per “lupo” e che il nome della specie, Lycium, somiglia al greco “lycos”, ovvero “lupo”.
Come si mangia il goji
Il mercato offre quasi sempre bacche essiccate ma esistono anche frutti congelati, ideali da scongelare per preparare alcuni piatti tipici della Cina, come dei risi, delle zuppe di tuberi o delle creme di mandorle.
Le bacche vengono anche usate nei tè ed aggiunte in acqua bollente insieme ad altre erbe per le fumigazioni. Dai frutti si trae anche una serie di differenti bevande alcoliche.
Il frutto può essere consumato anche fresco, direttamente dalla pianta, oggigiorno venduta in mercati e supermercati, anche se il sapore è molto più delicato che nel caso del frutto disidratat




Nessun commento


STARLIFE TEAM ITALIA
Lavora con noi

Se vuoi entrare nel nostro team
vai alla sezione Team
Sito web gestito da Partner indipendente STARLIFE IT489  |  starlifeteamitalia.com © Copyright 2018 - Tutti i diritti sono riservati.
Tutte le immagini ed i marchi che si riferiscono a STARLIFE sono di proprietà della stessa azienda
Torna ai contenuti